Come diventare un runner

Iniziare a correre non è mai stato così facile. Con questa semplice tabella, in sole 4 settimane, giorno più giorno meno, riuscirete a correre da zero a 30 minuti senza mai fermarvi.

Segui la tabella

In tutti gli allenamenti, nella fase di corsa, cercate di tenere un ritmo tranquillo, tale da consentire una reale o ipotetica conversazione. Se non ci riuscite vuol dire che l’andatura è troppo veloce. Respirate normalmente sia con la bocca sia con il naso. Iniziate e terminate ogni seduta di allenamento con 5 minuti di camminata. Lasciate almeno una giornata di recupero tra una seduta e l’altra.

Io ho iniziato così, con me ha funzionato !

Pronti al raddoppio?

Se siete arrivati a correre felicemente per 30 minuti e sentite una vocina nella mente che vi spinge a correre di più, continuate a leggere il blog…la tabella per arrivare a correre per 60 minuti vi aspetta.

Buon divertimento !

Correre è una rivoluzione

Da uno specialista in fisiatria e medicina sportiva, mille preziose indicazioni sia per chi inizia a correre, sia per esperti maratoneti:

  • l’andatura e la postura corrette per migliorare il proprio stile
  • l’alimentazione e l’idratazione per una forma perfetta
  • il programma di allenamento per aumentare resistenza e forza muscolare
  • il piano per perdere peso, mantenersi in forma e contrastare l’invecchiamento
  • la prevenzione degli infortuni più comuni e i consigli per un recupero veloce.

Born to run

Christopher McDougall, giornalista, ex inviato di guerra e runner dilettante, ci racconta il suo viaggio avventuroso sulle tracce dei Tarahumara, i più grandi runner di tutti i tempi, capaci di correre decine di chilometri in condizioni estreme senza apparente fatica e senza subire infortuni. Coinvolgente e ironico, McDougall punteggia il suo racconto di aneddoti su grandi corridori del passato e di singolari scoperte, arricchite di consigli tecnici e dati scientifici, sul mondo delle ultramaratone. Sapevate che la dieta ideale per un ultramaratoneta è quella vegetariana? E che più le scarpe da running sono ammortizzatepiù sono pericolose? E avreste mai immaginato che a 65 anni, grazie all’allenamento, i corridori possono ottenere le stesse prestazioni di quando ne avevano 19?. Pieno di personaggi incredibili, di prestazioni atletiche strabilianti e inesauribile fonte di ispirazione per ogni amante della corsa, Born to run racconta un’avventura epica, ma soprattutto sfata il luogo comune che vede in noi umani dei camminatori, rivelandoci che in realtà, sorprendentemente, siamo nati per correre.

Sono diventato un blogger e non so usare il blog…

Sciogliere il ghiaccio quando vuoi comunicare qualcosa per la prima volta non è mai semplice, l’emozione e il desiderio di perfezionismo a volte rischiano di farti perdere troppo tempo davanti alla pagina bianca e quello che avrebbe dovuto essere un divertimento, si trasforma in stress da sommare a quello che magari avevi già prima. Mettici pure che la percentuale di conoscenza della piattaforma usata per scrivere è di poco sopra allo zero, il gioco è fatto, chiudi lo schermo del notebook e la speranza di diventare un blogger di successo alla Carrie Bradshow svanisce nel nulla. Nessun muro dove sbattere la testa, non è questa la mia mission. Quello che cercherò di fare sarà trasmettere la mia passione per lo sport e in particolare per il TRAIL RUNNING condividendo con voi le mie esperienze personali.