Da Fiastra a Monte Rotondo

Le premesse c’erano tutte, il sole, il cielo azzurro, l’aria primaverile e quella voglia matta di avventura, quella che ti risveglia i sensi, quella che non vedi l’ora che suoni la sveglia la mattina. Di nuovo un piccolo briefing e via di corsa verso i Monti Sibillini. Arrivato nei pressi di Fiastra e soltanto dopo aver ammirato lo splendido paesaggio che mi si presentava era giunta l’ora di mollare le redini e lasciar correre le gambe.

Lago di Fiastra

Dal rifugio del Tribbio mi sono subito sparato una salita di circa 10 km, alternando corsa e camminata per preservare le gambe nonostante la dolce pendenza della strada.

Questa era ciò che si presentava ai miei occhi alla fine della salita.

Verso la strada del Fargno

Un piccolo spuntino di frutta secca per ricaricare le batterie…

Mandorla time…

e di nuovo in marcia verso il Santuario di Macereto attraverso dei lunghi tornanti in discesa con fondo pietroso abbastanza tecnico…anche questa volta sono riuscito a non baciare il terreno! E’ proprio qui , in fondo alla discesa, che il paesaggio cambia di nuovo.

Tra Macereto e il Monte Rotondo

Era ora di risalire verso il Monte Rotondo non sapendo con precisione la via da prendere, ma a volte , anzi quasi sempre, è più emozionante avventurarsi senza sapere dove andare, non oltrepassando i limiti per la propria sicurezza, ci tengo a sottolinearlo.

Una salita infinita, ma ne è valsa la pena, che ne dite?

Io direi di ritornarci, a disposizione per farvi da guida se non conoscete il luogo. I sentieri sono comunque tutti ben indicati, impossibile perdersi, a meno che, durante le precedenti soste, non abbiate fatto un uso sconsiderato di birra come integratore….

Il richiamo del pranzo domenicale iniziava a farsi sentire, il panino con “ciauscolo” ( i marchigiani sanno di cosa sto parlando) e pecorino chiamava, la birretta altrettanto. Un’altro bellissimo quanto tosto allenamento era finito, 35 km di natura incontaminata tra le vette dei Monti Sibillini.

Se non lo avete ancora fatto, venite a visitare questi luoghi, sono sicuro che sarà amore a prima vista, come lo è stato per me.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *